Questa è la storia di TopoLina, un libro che spiega a grandi e piccini che comunicare è un diritto di tutti 

Mer, 11/04/2018  

Fresco di stampa e pronto per le vostre librerie: si chiama Questa è la storia di TopoLina, un'iniziativa editoriale, nata in collaborazione con Carthusia, sul diritto alla comunicazione per tutti.

Una sfida che la casa editrice Carthusia ha accolto con entusiasmo. Con loro e alcune famiglie seguite dal Centro abbiamo realizzato incontri e focus group grazie ai quali sono emerse esperienze ed emozioni intense. L'obiettivo del volume era che la storia restituisse non solo l'isolamento di questi bambini "silenziosi", ma anche la loro capacità di entrare in relazione con se stessi e il mondo attraverso un linguaggio visivo fatto di simboli.

Così è nata la piccola TopoLina. Ha lasciato le sue impronte sulla neve. Emanuela Nava, autrice del libro, ha dovuto scavare a fondo, oltre la consuetudine di chi è abituato a fidarsi delle parole. Il risultato è un racconto metaforico essenziale, quali silente, che affida alla forza delle immagini dell'illustratrice Simona Mulazzani il compito di comunicare il significato profondo del libro.

E’ una storia che permette a tutti i bambini di riflettere su ciò che significa comunicare in modo diverso. Un manifesto che fa provare empatia e fa comprendere l’importanza di garantire a ogni persona il diritto a essere ascoltata, anche quando ciò richiede uno sforzo: un modo bellissimo di crescere e diventare grandi.

Il progetto è stato realizzato grazie al sostegno di Fondazione Allianz UMANA MENTE e Confcommercio - Imprese per l'Italia, che hanno creduto nel suo scopo: spiegare a grandi e piccini che comunicare è un diritto di tutti.

Ci auguriamo che i passi di TopoLina sappiano guidare ognuno di noi all'ascolto paziente di chi non può parlare ma ha sogni, emozioni e pensieri che può condividere con noi.

 

Per maggiori informazioni, rivolgersi a ufficiorf@benedettadintino.it.