La formazione allo staff del Dynamo Camp che ha reso possibile una settimana indimenticabile 

DYNAMO

Il Centro Benedetta D’Intino ha formato lo staff del Dynamo Camp sulla Comunicazione Aumentativa Alternativa, con un obiettivo importante: rendere la comunità accessibile alla comunicazione.

“Capire e farsi capire. Utilizzo di strategie e strumenti di CAA per comunicare per chi non può parlare” è stato il tema della formazione, tenuta dalle dott.sse Aurelia Rivarola e Stefania Murra, che ha fornito gli strumenti teorici e pratici e i principi fondamentali della CAA allo staff di Dynamo.

E’ grazie alla collaborazione continua con il Centro Benedetta D’Intino che Dynamo ha organizzato una sessione dedicata a 24 famiglie del Centro, che si è tenuta dal 29 ottobre al 5 novembre. Una settimana durante la quale bambini, fratelli e genitori sono stati coinvolti in svariate attività, dall’improvvisazione teatrale alla lavorazione della ceramica, dalla danza al gioco libero, dal nuoto all’arrampicata, condividendo emozioni indelebili.  

Tornare al Dynamo Camp è stato come tornare a casa, dove c’è un cuore caldo che ti aspetta”, ha detto un mamma.

Per Dynamo, essere felici è un diritto di tutti. Per il Centro Benedetta D’Intino, comunicare è un diritto di tutti. Nella settimana del campo i due diritti di sono incontrati: i bambini sono stati i protagonisti, insieme ai loro genitori, ai fratelli, ai volontari, di una storia meravigliosa, la loro. Hanno vissuto in un ambiente accessibile alla comunicazione che non solo ha permesso loro di fare esperienze nuove: ha fatto sì che potessero anche raccontarle.