Il convegno su "Comunicazione Aumentativa Alterativa e Sclerosi Laterale Amiotrofica" 

Il 13 ottobre, presso il Centro Congressi di Fondazione Cariplo di via Romagnosi a Milano, si è tenuto il convegno "Comunicazione Aumentativa Alternativa e Sclerosi Laterale Amiotrofica", organizzato dalla Fondazione Benedetta D’Intino.

Grazie agli interventi di specialisti del settore provenienti dall’Italia e dall’estero,è stato presentato lo stato dell’arte su Comunicazione Aumentativa Alternativa e Sclerosi Laterale Amiotrofica.

Obiettivi del convegno sono stati la condivisione e la diffusione di un modello di presa in carico delle difficoltà di comunicazione dei pazienti affetti da sclerosi laterale amiotrofica che non fosse limitato alla prescrizione di ausili tecnologicamente avanzati. E’ indispensabile, infatti, considerare i reali bisogni comunicativi del paziente e della sua famiglia,  offrendo soluzioni diversificate e una continua interazione con il paziente e gli operatori che lo seguono, per  valutare le necessità di volta in volta condizionate dall’evoluzione delle condizioni cliniche.

Nella prima parte della giornata si è parlato di Sclerosi Laterale Amiotrofica e di Comunicazione Aumentativa Alternativa. John Costello, del Boston Children’s Hospital e docente presso la Scuola di Formazione in C.A.A. della Fondazione Benedetta D’Intino, ha presentato un modello di intervento di Comunicazione Aumentativa Alternativa  per persone affette da Sclerosi Laterale Amiotrofica.

Nella seconda sessione sono stati approfonditi gli aspetti clinici e tecnologici della Comunicazione Aumentativa Alternativa nella Sclerosi Laterale Amiotrofica,  si è affrontato il tema del nuovo nomenclatore tariffario e delle sue conseguenze sulla C.A.A.,  e su come la Regione Lombardia sta provvedendo nella riorganizzazione del percorso al fine di rendere sempre più efficiente il sistema prescrittivo ed erogativo.

Hanno partecipato medici, educatori professionali, fisioterapisti, infermieri, logopedisti, psicologi, terapisti della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva, terapisti occupazionali provenienti da tutto il territorio nazionale.

Il convegno è stato realizzato in collaborazione con il Centro Clinico Nemo e con il patrocinio del Comune di Milano, della Regione Lombardia, di AISLA Onlus, OMCEOMI e Isaac Italy.

Qui ci sono alcuni scatti della giornata.