Il Premio giornalistico sul ruolo dei fratelli e delle sorelle di persone disabili 

La Fondazione Benedetta D’Intino presenta una nuova edizione del Premio che mira a promuovere la buona informazione sui temi della disabilità, dei diritti e della solidarietà sociale. Un riconoscimento che giunge, quest’anno, alla nona edizione e che accende i riflettori sulle emozioni, sulle storie e sul punto di vista dei fratelli e delle sorelle di persone disabili.

Hanno partecipato giornalisti professionisti e pubblicisti da tutta Italia con articoli e servizi sul tema “Perché sei un essere speciale. Mio fratello, la sua disabilità ed io”.

La Giuria del premio è composta da Armando Besio, caposervizio Repubblica, Salvatore Carrubba, Radio 24, Giancarlo D’adda, Zita Dazzi, Repubblica, Ferruccio De Bortoli, presidente Vidas, Mattia Formenton, presidente Fondazione Benedetta D’Intino, Andrea Monti, direttore Gazzetta dello Sport, Antonio Rizzolo, direttore Famiglia Cristiana, Giangiacomo Schiavi, Corriere della Sera, Fiorenza Vallino, consulente editoriale Io Donna, Carla Vanni, direttrice Grazia International, Pier Luigi Vercesi, Corriere della Sera.

Il Comitato tecnico è comporto da Wally Capuzzo, psicologa psicoterapeuta, Nicola Corti, segretario generale Fondazione Allianz UMANA MENTE, Anna Erba, responsabile clinico settore CAA Centro Benedetta D’Intino, Silvia Formenton, presidente Associazione Volontari Centro Benedetta D’Intino, Emanuela Maggioni, direttore sanitario Centro Benedetta D’Intino, Stefano Malfatti, direttore Comunicazione e Raccolta Fondi istituto Serafico di Assisi, Aurelia Rivarola, presidente Centro Benedetta D’Intino.

Giovedì 25 ottobre, alle ore 11.00, si tiene la cerimonia di premiazione che si aprirà con un dibattito sul tema.

Interverranno Stefano Malfatti, direttore Comunicazione e Raccolta Fondi dell'istituto Serafico di Assisi, Andrea Monti, direttore della Gazzetta dello Sport, Bert Pichal, ortopedagogista e consulente pedagogico.

Al termine del dibattito saranno premiati i giornalisti vincitori della IX edizione del Premio.

L'evento si tiene presso la Sala Monicelli della Fondazione Benedetta D'Intino, in via Sercognani 17, a Milano. E’ necessaria la prenotazione alla mail comunicazione@benedettadintino.it . Saranno registrate le adesioni fino a esaurimento posti.